WeeCeltic week-end: festeggia San Patrizio con Patrick

 

 

Avete già conosciuto Patrick? La mascotte di Weedoo per la Festa di San Patrizio?
Eccolo!

Patrick

 

 

Puoi venire a conoscere Patrick il galletto celtico, questo week-end, fino a lunedì 17 Marzo.
Il nostro galletto verde lo trovi naturalmente da Weedoo a Limena per festeggiare insieme la celebre tradizione irlandese millenaria del Saint Patrick’s Day, all’insegna del buon cibo e dell’ottima birra.

Ti aspettiamo con un’ampia scelta di birre internazionali, e naturalmente con la GUINNESS, la tradizionale birra scura irlandese, che non può di certo mancare a questo importante appuntamento.

Colora di verde il tuo weekend, festeggia da Weedoo la festa di San Patrizio, con Patrick e tutto il WeeCeltic staff.

Perché si festeggia San Patrizio il 17 Marzo?
Te lo racconta Weedoo:

San Patrizio è il santo patrono d’Irlanda e viene festeggiato nella sua patria, e ovunque ci sia una comunità irlandese, il 17 Marzo.
Quello che però forse tutti non sanno è che su di lui tanto è stato scritto e tanto è stato detto ma mai si è arrivati a una soluzione definitiva su quella che è stata realmente la sua vita.
A partire dalla data della nascita sino ad arrivare a quella della morte, passando per le sue sfortunate vicende, nulla è dato per certo.
Questo ha portato alla nascita di numerose leggende che, il più delle volte, sono in netto contrasto tra loro.
Consci del fatto che non esiste una sola verità e che noi stessi non sappiamo, per certo, quali di queste leggende sia la più veritiera, abbiamo preferito riportare una documentazione che tenesse conto delle differenze con le altre versioni.(fonte irlandando.it)

San Patrizio, occorre dirlo anche se molti ne saranno già al corrente, è il santo patrono d’Irlanda e viene festeggiato nella sua patria, e ovunque ci sia una comunità irlandese, il 17 Marzo.
Quello che però forse tutti non sanno è che su di lui tanto è stato scritto e tanto è stato detto ma mai si è arrivati a una soluzione definitiva su quella che è stata realmente la sua vita.
A partire dalla data della nascita sino ad arrivare a quella della morte, passando per le sue sfortunate vicende, nulla è dato per certo.
Questo ha portato alla nascita di numerose leggende che, il più delle volte, sono in netto contrasto tra loro.
Consci del fatto che non esiste una sola verità e che noi stessi non sappiamo, per certo, quali di queste leggende sia la più veritiera, abbiamo preferito riportare una documentazione che tenesse conto delle differenze con le altre versioni.(fonte irlandando.it)

Patrizio scrive che trascorse l’infanzia in una fattoria insieme alla sua famiglia, con il padre, Calpurnio, che era un esattore romano. Quando aveva sedici anni la fattoria fu saccheggiata dai pirati e venne portato in Irlanda dove fu venduto come schiavo. In seguito riuscì a fuggire e a tornare in Britannia dai suoi genitori. Alcuni anni dopo partì per la Gallia diventando un religioso. Venne poi fatto vescovo e, grazie a lui, l’Irlanda venne convertita al cristianesimo. San Patrizio ha infatti anche l’appellativo di Apostolo d’Irlanda. La leggenda più celebre che lo riguarda è quella relativa alla cacciata di tutti i serpenti dall’Irlanda. San Patrizio intimò a tutti i serpenti di tornare nel mare, ma uno dei serpenti più anziani si rifiutò. Il santo allora realizzò una scatola, tentando di invogliare il serpente ad entrarvi, sostenendo che era un posto ideale per riposarsi. Il serpente, però, affermò che la scatola era troppo piccola, ma il santo ribattè che la grandezza era più che sufficiente. Il diverbio proseguì in questa maniera per lungo tempo finchè il serpente, ormai annoiato dalla controversia, scivolò nella scatola per dimostrare al santo che era realmente piccola.
San Patrizio chiuse prontamente la scatola e la scagliò con forza in mare, con dentro il serpente. La leggenda del “pozzo di San Patrizio”, ha origine da quella volta in cui il santo disegnò un cerchio per terra e in quel punto si aprì subito un pozzo molto profondo. Patrizio ebbe poi la rivelazione che quella era l’entrata del purgatorio e, chi voleva espiare i propri peccati poteva scendere nel pozzo, salvandosi così dal purgatorio dopo la morte. Sembra che questo pozzo fosse in realtà una grotta sull’isola di Lough Derg, un lago vicino a Pettigoe, nel Donegal. Per molti secoli la grotta fu luogo di pellegrinaggio, con raffigurazioni volute da San Patrizio per suscitare terrore, a scopo redentivo, a coloro che vi scendevano. La grotta fu chiusa per ordine di papa Alessandro VI proprio il giorno di San Patrizio, nel 1497. La leggenda del pozzo è narrata nella Leggenda aurea, e ne El purgatorio de San Patricio, di Calderon. San Patrizio è onorato il 17 marzo e in Irlanda la festa assume particolare importanza, con il “st. Patrick’s day”, in cui ci si riunisce a celebrare nei caratteristici pub irlandesi. San Patrizio visse tra il 385 e il 461.

Share
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0

Lascia un commento